Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Leung Ting’

Mi trovo in Parco Solari (Giardini Don Giussani) a Milano e dopo aver praticato le forme e riletto alcuni libri sul Wing Tsun ho deciso che oggi scriverò qui sul blog di Wing Tsun Milano un piccolo post sulla seconda forma del Wing Tsun; la Forma Chum Kiu (Cercare il Ponte).

La Chum Kiu è una forma intermedia del Wing Tsun, la seconda del sistema e generalmente viene praticata dopo la Siu Nim Tao. 

Il significato del nome Chum Kiu è “cercare il ponte” fra noi e il nostro avversario. Gli artisti marziali cinesi  chiamano alle volte le loro braccia ponti o braccia-ponte in quanto, quando due persone combattono le braccia diventano dei ponti di congiunzione fra noi e il nostro avversario.

La forma Chum Kiu è una forma di coordinazione motoria, in quanto, a differenza della Siu Nim Tao, vengono eseguite rotazioni, shifting di peso, passi, calci, movimenti diversi con entrambe le braccia, simultaneamente.

Nella forma Chum Kiu vengono allenati nuovi movimenti come Chuen Kiu, braccia che perforano, gomitate o Jarn, tre diversi tipi di pugno e tre diversi tipi di calcio.

Voglio un secondo soffermarmi sui tre tipi di calcio praticati in questa forma; calcio laterale, calcio frontale e inclinato (slant). La sequenza di calci da noi praticata è leggermente diversa dalla versione di Yip Man, difatti Nella versione del Gran Maestro Yip Man ci sono solo due calci frontali e il calcio inclinato.

Dalle ricerche fatte dal Gran Maestro Leung Ting, si pensa tuttavia che nella versione antica della Chum Kiu, quella insegnata dal Gran Maestro Leung Jan (uno dei migliori maestri di Wing Tusn di tutti i tempi e anche maestro di uno dei maestri di Yip ManLeung Bik“) fossero presenti i tre calci diversi.

Confrontando anche diversi fonti (come ad esempio altre branche di Wing Tsun, la Forma del Pupazzo di Legno, o il Ling Lom uno stile di combattimento thailandese che ha uno stretto legame con il Wing Tsun )  si è scoperto che nel Wing Tsun Classico esistono solo questi tre tipi di calcio.

Per poter allenare dunque tutti e tre i tipi di calcio nella seguente forma, il Gran Mastro Leung Ting ha deciso di sostituire il primo dei due calci frontali usati nella forma di Yip Man con un calcio laterale.  Dunque la forma dai noi praticata è diversa da quella tramandata dal Gran Maestro Yip Man.

Molti ci criticano e dicono che non siamo “autentici” ma come dice il Gran Maestro Leung Ting  nel suo libro “Cosa importa quanto tradizionale sei se vieni sconfitto in un combattimento ?

Libro Chum Kiu Leung Ting

Libro Chum Kiu Leung Ting

La maggior parte delle informazioni presente in questo articolo è tratta dal libro del GGM Leung Ting Chum Kiu (ISBN 9627284750).

Spero che questo articolo via sia piaciuto ! Se avete piacere sapere di più su qualche argomento inviatemi una mail a david.calligaris@wingtsunmilano.com 

Annunci

Read Full Post »

Ving Tsun Wing Chun Wing Tsun ?

Ving Tsun Wing Chun Wing Tsun ?

Molte volte sento una profonda confusione su questo aspetto. Molti infatti mi chiedono “Ma tu insegni Wing Tsun, giusto ? Che differenza c’e’ con il Wing Chun e con il Ving Tsun ?”

Vediamo di fare un po’ di chiarezza. In cinese parliamo di 詠春拳 (letteralmente tradotto Pugilato dell’Eterna Primavera). La maggior parte delle persone occidentali, non conosce la fonetica di questi caratteri cinesi,  per cui se vogliamo farci capire nella parte occidentale del mondo, dobbiamo traslitterare questi caratteri con le lettere del nostro alfabeto.

Il Gran Maestro Ip Man tradusse questi caratteri cinesi con “Ving Tsun”.

Tuttavia nel mondo occidentale questo stile di arti marziali era già conosciuto con il nome con il quale Bruce Lee (allievo del Gran Maestro Ip Man) gli aveva attribuito, ovvero: “Wing Chun“.

Il nostro maestro Leung Ting (ultimo allievo del Gran Maestro Ip Man) traslitterò il nome di questa arte marziale con il nome  “Wing Tsun“.

Oltre a questi tre esempi, qui sopra riportati, ne esistono molti altri. Diversi maestri cercano in una diversa traslitterazione di identificare in qualche modo la propria versione di  詠春拳.

Ovviamente oltre alla differenza di traslitterazione esistono anche differenze sulla didattica di insegnamento, ma questo argomento vedremo di discuterlo ampliamente in un nuovo post.

Concludo questo breve post con una frase di un filosofo che molti di noi conoscono:

“… non ti formalizzare: è soltanto un nome

(Tao of Jeet Kune Do – Bruce Lee)

Read Full Post »

Volevo segnalare questi 8 libri di Leung Ting pubblicati negli ultimi anni che illustrano con centinaia di foto le varie “solo form” del Wing Tsun (Siu Nim Tao, Chum Kiu, Biu Tze, Wooden Dummy) e le loro applicazioni, chiamate appunto, sezioni di Chi Sao, che consistono in una serie di esercizi da praticare con il patner (Chi Sao Section I, Chi Sao Section II, Chi Sao Section III – IV, Chi Sao Section V, VI & VII).

La collana risulta essere ancora in corso di pubblicazione, in quanto ad esempio mancano le sezioni di Chi Sao della forma Biu Tze (Biu Tze Chi Sao Section I, II, III. IV) e le sezioni di Chi Sao del Wooden Dummy (o uomo di legno) (Wooden Dummy Chi Sao I, II, III, IV, V, VI, VII, VIII) e i programmi avanzati (es: Chi Gerk il Chi Sao con le gambe).

Ricordo che i libri possono essere uno strumento valido per approfondire alcuni dettagli, ma non sono di certo uno strumento per sostituire il maestro, in quanto il Wing Tsun non si impara unicamente attraverso libri o video, ma vista la forte componente “cinestesica” (aka sensibilità tattile) del sistema, la presenza di un insegnante preparato e che alleni da anni questi programmi, risulta indispensabile.

Ricordo ai praticanti di Wing Tsun Milano che possono prenotare attraverso di me questi libri prima o dopo una lezione del corso.

Read Full Post »