Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for settembre 2012

Cicloide

Cicloide

Questa volta voglio scrivere un post un po’ diverso dal solito per i lettori del Blog di Wing Tsun Milano; voglio condividere assieme a voi alcuni nozioni di geometria, forse poco conosciute, che secondo me risultano essere molto interessanti da applicare nello studio delle arti marziali e sopratutto di alcuni aspetti del Wing Tsun.

In generale si sa che la distanza più breve che congiunge due punti A e B è la linea retta (Affermazione vera nell’ambito della geometria Euclidea).

Ma la linea retta, oltre ad essere la più breve in termini di distanza,  è anche sempre la più veloce ?

Già Galileo Galilei (1564 – 1642) dimostrò che una sfera, impiega meno tempo a scendere da un punto A ad un punto B situati sulla circonferenza di un cerchio, passando lungo l’arco (più lungo in termini di distanza) invece che passando lungo la corda (che risulta essere più corta sempre in termini di distanza).

Un video che spiega questo fenomeno si può trovare al seguente link:

http://catalogo.museogalileo.it/multimedia/DiscesaBrachistocrona.html

Quando si viaggia dal punto A al punto B, ciò che si vuole cercare di rendere minimo è il tempo di percorrenza e non la distanza.

E’ qui che rientra il problema della Brachistocròna (dal greco Brachistos “il più breve” e chronos “tempo”) ovvero individuare la linea che congiunge nel minor tempo di percorrenza possibile due punti nello spazio.

Curva Cicloide - La linea più veloce fra due punti

Curva Cicloide – La linea più veloce fra due punti

Questa linea è un particolare tipo di linea curva che si chiama Cicloide (dal greco kykloeidés, kýkloscerchio” e oeidés ‘formatradotto letteralmente “ciò che è fatto da un cerchio) ovvero la linea, che congiunge i punti A e B, tracciata da un punto fisso su un cerchio che ha come lunghezza della circonferenza la distanza fra i due punti.

Ma queste nozioni di geometria a cosa servono nel combattimento ? Le nozioni di geometria riportate in questo breve articolo ad esempio ci possono far riflettere sulle traiettorie dei colpi, colpi circolari e colpi diretti.

In generale possiamo dire che il Wing Tsun è un sistema che è permeato dalla geometria ad esempio nel Chi Kwan (semplificando per il lettore ChiSao con i bastoni lunghi della forma Luk Dim Boon Kwan) è basato su diversi principi geometrici.

Luk Dim Bon Kwan

Luk Dim Bon Kwan

Annunci

Read Full Post »

Yip Man Siu Nim Tau

Yip Man Siu Nim Tau

Negli ultimi tempi molti dei miei allievi della scuola di Wing Tsun Milano mi stanno facendo diverse domande sulla Prima Forma a “mani nude” che si studia nel Wing Tsun, la Forma della Piccola Idea o Siu Nim Tau.

Visto che il Wing Tsun insegna ad utilizzare le energie che riceviamo in modo proficuo cerco di usare questo impulso che viene dai miei allievi, per scrivere questo post che spero sia gradito ai lettori del Blog di Wing Tsun Milano.

Anticamente la forma Siu Nim Tau era conosciuta anche con il nome di “Saam Bai Fat” che significa “Pregare tre volte Buddha” in quanto era composta da un movimento di Tan-Sao, due movimenti di Fook-Sao assieme  a tre movimenti di Wu-Sao che in cinese suona come Yat-Tan, Yee-Fook, Saam-Bai-Fut  (letteralmente: “Una volta Tan-Sao, due volte Fook-Sao, e tre volte il Palmo di Buddha) in quanto la posizione della mano in Wu-Sao sembra quella di una persona che sta pregando Buddha. Attualmente la forma è composta anche da tre Fook-Sao oltre che a tre Wu-Sao e non viene più chiamata in questo modo.

Alcune famiglie di Wing Tsun chiamano la forma con diversi nomi come “Siu-Lim-Tau” (“Pratica Iniziale”), “Siu-Lam-Tau” (“Non dimenticare che il Wing Tsun deriva dallo Shaolin”).

Il nome “Siu Nim Tau” o “Piccola Idea” è molto importante e sottointende diversi messaggi filosofici ad esempio:

“Se tu non sei in grado di padroneggiare una piccola idea correttamente, tu non farai mai nulla di corretto, non importa se nella pratica del Wing Tsun o di altro nella tua vita quotidiana”

Questa stessa frase possiamo vederla con un significato, meno filosofico ma più pratico;  padroneggiare la “Siu Nim Tau” (“Piccola Idea“) è essenziale prima di iniziare la pratica  di altri esercizi più complessi come il Chi Sao in quanto nella “Siu Nim Tau” sono contenuti molti movimenti che si praticano in questo esercizio a coppie.

Uno studente che si preoccupa troppo di cosa studierà in futuro fallirà nell’apprendimento di quello che gli viene spiegato in questo istante.

Avere una Piccola Idea, di un concetto, semplice e precisa, è forse meglio che avere una grande idea complessa e confusa. 

Un altro significato, che deriva da riflessioni puramente personali e sullo stato mentale che bisogna avere durante il combattimento; L’evoluzione della “Piccola Idea” nel combattimento non sarà una “grande idea” ma invece, a mio parere, sarà “nessuna idea” il concetto di “mente vuota” presente in diverse discipline orientali, il pensiero non deve interferire con l’azione, in quanto, durante il combattimento, non possiamo venir rallentati dal pensiero cosciente, ma dobbiamo affidarci totalmente alla nostra mentre inconscia, molto più rapida nel reagire e a prendere delle decisioni.

Vedremo di approfondire questo post sulla formaSiu Nim Tau” in uno dei prossimi articoli in cui parleremo dei “Motti” o “Massime” della “Siu Nim Tao“.

La maggior parte delle informazioni contenute in questo articolo derivano dal libro di Grandmaster Leung Ting:Siu Nim Tau” ISBN: 962728474-2

Libro Siu Nim Tau Granmaster Leung Ting

Libro Siu Nim Tau Granmaster Leung Ting

Read Full Post »